In fondo al viale del Sole, di Thomas Brussig

Ostalgie. Voto 10/10

La traduzione italiana del titolo lo rende purtroppo incomprensibile: il Viale del Sole sarebbe in realtà il Sonnenallee che si divideva tra Berlino est ed ovest. E subito accanto al muro, dalla parte est, si svolgono le deliziose avventure dei protagonisti del romanzo.
Uscito in contemporanea al film (Sonnenallee, appunto) di cui Brussig è stato lo sceneggiatore, forse non sarà compreso in tutte le sue citazioni da chi non è cresciuto nella Berlino est anni ’70, ma rimane un romanzo incantevole e spiritosissimo che purtroppo in Italia non ha avuto la fortuna che avrebbe meritato.
Talmente tanto fuori catalogo che sul sito della Mondadori non esiste nemmeno più la pagina web.

Se vi è piaciuto, leggete anche Quei favolosi anni da cani, di Michal Viewegh.

“Le persone felici hanno cattiva memoria e abbondanti ricordi” è una delle frasi migliori della letteratura mondiale.

Annunci

One thought on “In fondo al viale del Sole, di Thomas Brussig

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: