Read&Weed: libro e canna per i momenti di relax

Read&Weed: grandi autori in erba è una nuova collana di minilibri con in omaggio un grammo di erba, distribuita da Plantasia e della casa editrice Nero. I primi tre titoli sono i grandi classici del filone: Il canto dei Lotòfagi dell’OdisseaI paradisi artificiali di BaudelaireAlice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll In un intervista... Continue Reading →

Annunci

Ludmila in fuga, di DBC Pierre

Poteva essere meglio. Voto 7/10 Le storie parallele di due gemelli siamesi separati in Gran Bretagna e una ragazza in cerca di fortuna in uno stato post-sovietico in guerra. Più crudo di quanto ci si potrebbe aspettare e la trama ci mette un po' a decollare, poi diventa incasinata fino al trucido finale: e non... Continue Reading →

Come diventare una ragazza, di Caitlin Moran

Come costruirsi un'identità e lanciarsi nel mondo. Voto 8/10 Una grintosa ragazzina della classe operaia si reinventa come giornalista musicale diventando grande, e le sue avventure sesso, droga e rock'n'roll sono davvero spassose. Il romanzo di formazione di un'adolescente inglese grassa negli anni '90, intellettuale come Adrian Mole, sessualmente intraprendente alla Sally Mara, goffa quanto... Continue Reading →

Fatto da Dio, di Craig Clevenger

Thriller paranoico. Voto 8/10 Un po' Memento e un po' Breaking bad, è la storia di un chimico vittima di amnesia dopo essere rimasto coinvolto nell'incendio del laboratorio di droga dove lavorava. Di più non diciamo per evitare spoiler. Caldamente consigliato da Chuck Palahniuk, è indubbiamente un bel romanzo per quanto un po' lento, soprattutto... Continue Reading →

Morto che cammina, di Irvine Welsh

Trainspotting III. Voto 9/10 Assolutamente in stile Irvine Welsh: ritroviamo i personaggi di Leith incontrati per la prima volta in Trainspotting e poi nei vari romanzi a seguire. Alcuni parrebbero essersi dati una ripulita, o forse no. Riferimenti all'attualità come Brexit e Tinder, alcuni elementi grafici e qualche cameo da altri romanzi di Welsh aggiornano e contestualizzano quello che dovrebbe essere... Continue Reading →

Shantaram, di Gregory David Roberts

Il Conte di Montecristo (con una punta de I Miserabili) tra fricchettoni e delinquenti. Voto 8,5/10 Non che sia un capolavoro, ma è da leggere. Scorrevolissimo nonostante la mole imponente, è la lunga storia di un evaso australiano che scappa in India.Malavita esotica e considerazioni intellettuali, guerriglia e buoni sentimenti, droga e redenzione in oltre 1000... Continue Reading →

Dove troverete un altro padre come il mio, di Rossana Campo

Come si può voler bene a una persona molto complicata. Voto 8,5/10 La vera storia di Renato Campo, padre della scrittora Rossana, in un romanzo (auto)biografico che tocca temi anche pesanti come l'alcolismo e la violenza domestica. Sempre nello stile verace della Campo, qui in versione un po' più seriosa: e il risultato è molto bello.... Continue Reading →

A misura d’uomo, di Roberto Camurri

Particolare. Voto 8/10 Un romanzo corale diviso in capitoli che potrebbero anche essere racconti a sé stanti, ambientato in un paesino dell'Emilia dove l'alcolismo sembra la specialità locale. Il riassunto fatto dalla casa editrice è svilente nonché fuorviante: decisamente più sul drammatico che spumeggiante, è un interessante romanzo d'esordio a tratti anche un po' deprimente.... Continue Reading →

Eleanor Oliphant sta benissimo, di Gail Honeyman

Benissimo, benino, alla fine così così. Voto 7,5/10 Comincia davvero benissimo, con un umorismo sagace alla Big bang theory e sarcastico come Daria Morgendorffer: poi a metà libro, da quando Eleanor cambia taglio di capelli, tutto declina verso una specie di romantico romanzo di riscatto, e finisce con drammi pesanti e gravissimi senza la minima traccia... Continue Reading →

La versione di Barney, di Mordecai Richler

Barney Panofsky è un simpatico stronzo. Voto 10/10 Difficile descrivere la trama: è la storia della vita di Barney, raccontata in ordine sparso. I piani temporali si intrecciano: i tre matrimoni di Barney Panofsky, i suoi problemi di salute, la scomparsa del suo migliore amico e le storie di tanti altri fantastici personaggi ci vengono raccontati... Continue Reading →

Che fine ha fatto Baby Jane? di Henry Farrell

Decadente e malvagio. Voto 7/10 Due sorelle di mezza età nella Hollywood anni '60: l'ex bambina prodigio (ora alcolizzata) Jane e la diva Blanche, ritiratasi dalle scene dopo l'incidente che l'ha lasciata su una sedia a rotelle. Più la vicina un po' impicciona, la colf grintosa e il musicista bamboccione. Il fascino malinconico della cipria... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: