Il libro di Talbott, di Chuck Palahniuk

E finalmente Palahniuk torna a scrivere un romanzo gagliardo! Voto 9/10 Un ragazzino dà inconsapevolmente avvio a una radicale rivoluzione culturale, economica, sociale e politica degli Stati Uniti: ovviamente la faccenda degenera facilmente, e lo scopriamo attraverso le storie dei molti e variegati personaggi. È proprio la molteplicità dei caratteri, delle storie e dei toni narrativi che... Continue Reading →

Annunci

Middle England, di Jonathan Coe

La vita di provincia prima e dopo la Brexit. Voto 8,5/10 Uno spaccato della Gran Bretagna tra politica, vita di coppia e l'essere o meno politically correct. Ultimamente Coe riprende le fila dei suoi grandi successi, e la cosa gli riesce decisamente bene. Questo è il seguito de La banda dei brocchi e Circolo chiuso,... Continue Reading →

Tanti piccoli fuochi, di Celeste Ng

Il fuoco sotto la cenere. Voto 8,5/10 Una cittadina residenziale radical chic e due famiglie molto diverse tra loro in una trama scorrevole, avvincente e interessante che tocca varie tematiche, dal classismo alla maternità. Un dramma corale nella borghesia americana con ambientazione un po' alla Desperate Housewives nella provincia anni '90, da cui sarà tratta... Continue Reading →

Americanah, di Chimamanda Ngozi Adichie

Gagliardo e con infiniti spunti di riflessione contro i pregiudizi. Voto 9/10 Una ragazza nigeriana negli Stati Uniti gestisce un blog che racconta le differenze sociali tra neri non americani e americani. Dall'adolescenza in Africa agli studi negli USA, in parallelo con le traversie londinesi del suo ragazzo: poi la protagonista torna in Nigeria e... Continue Reading →

La ferrovia sotterranea, di Colson Whitehead

Bello, avvincente e importante. Voto 10/10 La Underground Railroad era la rete di contatti degli schiavi fuggitivi, qui diventa una vera ferrovia che sostiene la fuga di una ragazza nata in schiavitù: una storia di emancipazione in cui non mancano avvincenti colpi di scena e personaggi memorabili. Trama validissima, ma è soprattutto il contesto storico... Continue Reading →

Storia dei freak. Mostri come noi, di Omar López Mato

La migliore storia dei freak mai pubblicata. Voto 10/10 Esaustivo, mai morboso nonostante il tema trattato, è un saggio davvero ben articolato sui freak più famosi della storia: si raccontano le vite di personaggi più o meno noti dei sideshow, con una biografia in breve (massimo una decina di pagine a persona) ma piuttosto dettagliata... Continue Reading →

Il simpatizzante, di Viet Thanh Nguyen

L'altro lato del conflitto in Vietnam. Voto 8,5/10 La guerra in Vietnam vista da un vietnamita filoamericano che però è una spia comunista infiltrata nelle file nemiche: in pratica, come gli asiatici vedono gli occidentali quando parlano dell'Asia. Tematica più che seria, trama elaborata ma scorrevole che diventa più pesante verso la fine ma si... Continue Reading →

Swing Time, di Zadie Smith

Danza, postcolonialismo e amicizie al femminile. Voto 9/10 Avvincente, variegato, al solito multiculturale: vabbè, Zadie Smith è sempre una garanzia. Anche stavolta si va sul sicuro con il romanzo di formazione di una ragazza anglo-giamaicana senza nome la cui madre è un'attivista femminista, la migliore amica una carismatica ballerina nata in un contesto sociale disagiato,... Continue Reading →

L’intuizionista, di Colson Whitehead 

Ascensori, noir e razzismo. Voto 7/10 In una location non ben specificata (indubbiamente New York, epoca indefinibile ma vagamente in stile anni '30) un'ispettrice degli ascensori rimane coinvolta in una losca faccenda di corruzione e spionaggio. Indubbiamente scritto bene, non essendo facile superare le 300 pagine raccontando di ascensori: tuttavia, per quanto sia molto più interessante di quanto ci... Continue Reading →

Storie della buonanotte per bambine ribelli, di Elena Favilli e Francesca Cavallo

Necessario e fighissimo. Voto 10/10 Il titolo è fuorviante: ma chiamarlo Storie vere per ragazzini sia maschi che femmine nonché per gli adulti sarebbe stato controproducente per il marketing, probabilmente. Eppure racconta di 100 donne in gamba che sarebbero d'esempio davvero per tutti: per le bambine saranno un punto di riferimento, ma anche ai bambini e... Continue Reading →

Va’ metti una sentinella, di Harper Lee

Doveva rimanere nel cassetto. Voto 1/10 Una bieca operazione commerciale per sfruttare all'ultimo un romanzo che era rimasto nel cassetto per decenni: sarebbe dovuto rimanere chiuso lì, invece di sciupare così il (successivo come scrittura, precedente come pubblicazione e ambientazione) capolavoro di Harper Lee. Se Il buio oltre la siepe è un gioiello che tutti,... Continue Reading →

Il buio oltre la siepe, di Harper Lee

Fondamentale. Voto 10/10 Tutti dovrebbero leggerlo, dovrebbe essere un testo obbligatorio visto che tratta il tema dei diritti umani sotto molteplici punti di vista. Perché oltre alla parte più famosa, quella del processo dell'uomo di colore per stupro, ci sono altri svariati livelli di lettura altrettanto interessanti: il rispetto del diverso, nella persona del vicino... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: