Auro Ponchielli contro la fine del mondo, di Alessandro Pozzetti

Tragicommedia all'italiana, ma divertente davvero. Voto 8/10 Un normalissimo ragazzotto si trova alle prese con un'invasione aliena, scimmie parlanti, Clint Eastwood, il papa e tutti gli elementi disegnati sulla copertina del libro. Vorrebbe essere Benni, e ci si avvicina abbastanza anche quando va un po' troppo per le lunghe, ma è scorrevole e si continua... Continue Reading →

I vagabondi, di Olga Tokarczuk

Inutilmente pretenzioso. Voto 6/10 Un insieme senza logica di aneddoti e riflessioni varie spesso prive di trama e legame tra loro, a parte quello di raccontare storie di viaggiatori in senso stretto o metaforico: alcune sarebbero anche interessanti se fossero scritte diversamente, e ritorna costantemente una certa attrazione per i preparati anatomici alla von Hagens.... Continue Reading →

La linea madre, di Daniel Saldaña París

Mamma, Messico e Marcos. Voto 9/10 Un bambino appassionato di origami e avventure indaga sulla fuga della madre, scappata in Chiapas per unirsi alla rivoluzione zapatista. Tenero e divertente, un po' nostalgico ma anche ironico, è un romanzo di formazione messicano nel 1994: storia, politica, vita da ragazzi e un tocco di mistero con un... Continue Reading →

Inverno, di Ali Smith

L'inverno del loro scontento. Voto 7/10 Madre e figlio passano insieme le festività, con la zia attivista fricchettona e una sconosciuta assoldata per fingersi la fidanzata: ma non è neanche lontanamente la banale commedia degli equivoci superficiale che potrebbe sembrare a raccontarne brevemente la trama. Proprio come in Autunno, Ali Smith è creativa, interessante, con giochi... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: