Il signor diavolo, di Pupi Avati

Paludoso. Voto 7,5/10 Nel dopoguerra un ispettore ministeriale della Democrazia Cristiana viene mandato a indagare sull'omicidio di un ragazzo scambiato per il diavolo, al fine di gettare discredito sul giudice comunista anticlericale che addosserebbe le responsabilità ad ecclesiastici che hanno suggestionato il giovanissimo omicida. Quella del disabile posseduto dal maligno potrebbe sembrare una trama già... Continue Reading →

Libertà per gli orsi, di John Irving

Scoppiettante. Voto 7,5/10 Le avventure on the road di due studenti che tramano di liberare gli animali dello zoo di Vienna si mischiano alla storia di una motocicletta e due fuggiaschi durante la II guerra mondiale. Il primo romanzo di John Irving in cui già si trovano elementi ricorrenti nei sui futuri lavori: è notevole... Continue Reading →

Invito a nozze, di Carson McCullers

Innamorarsi di un matrimonio. Voto 7/10 Una ragazzina bighellona in giro subito prima del matrimonio del fratello, fantasticando su una fuga e rischiando di mettersi nei guai. Non succede granché come trama, ma i personaggi sono gagliardi: l'ambientazione negli anni '40 nel sud degli Stati Uniti, la protagonista maschiaccio, la domestica emancipata e il ragazzino monello... Continue Reading →

La morte dei caprioli belli, di Ota Pavel

Certo la copertina non inviterebbe all'acquisto. Voto 9/10 Le briose avventure di una famiglia ceca negli anni attorno la Seconda Guerra Mondiale, tra politica, leggi razziali, pesca e caccia di frodo: ed è tutto molto spumeggiante nonostante la gravità della storia, peraltro autobiografica. Titolo geniale per un romanzo brillante che compensa ampiamente la pessima grafica... Continue Reading →

Isola, di Siri Ranva Hjelm Jacobsen

Contemplare la natura dei fiordi. Voto 7,5/10 La nipote danese ci racconta dei suoi nonni faroesi: la vita nelle isole Fær Øer negli anni '30 e '40 è ovviamente frizzante quanto ci si può aspettare dal contesto storico-geografico, e anche la narrazione tanto spumeggiante non è. Molte descrizioni naturalistiche, il paesaggio dei fiordi è senza... Continue Reading →

Il popolo dell’autunno, di Ray Bradbury

Il circo degli orrori. Voto 7,5/10 Anni dopo L'uomo illustrato, i cui tatuaggi si animano raccontando storie, Bradbury ripropone il personaggio come proprietario del circo magico che arriva in una cittadina: due intrepidi ragazzini indagano sui suoi misteri cercando di sconfiggere il male pur essendone in parte tentati. Metafore a gogò, ma può anche rimanere... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: