La vita quotidiana a Bologna ai tempi di Vasco, di Enrico Brizzi

Amarcord. Voto 6,5/10 Il titolo dice già tutto: si tratta dei ricordi di Brizzi e delle sue avventure nella Bologna dagli anni '70 al primo decennio del 2000. Un po' limitato geocronologicamente, non particolarmente avvincente, spesso scade nella descrizione enciclopedica con nomi e cognomi di gente che conosce giusto l'autore, ma a suo modo interessante:... Continue Reading →

Annunci

Il 25 maggio è il Towel Day

Ogni anno il 25 maggio i fan di Douglas Adams celebrano il Towel Day, ovvero il Giorno dell'Asciugamano. Chi ha letto Guida galattica per autostoppisti già conosce l'utilità di un asciugamano per un improvviso viaggio interstellare, chi non l'ha ancora letto corra a farlo perché è un gioiellino della letteratura umoristica e/o di fantascienza: peraltro è il... Continue Reading →

La compagnia delle anime finte, di Wanda Marasco

Pessimo uso della lingua e del dialetto in una scopiazzatura dell'Amica geniale. Voto 5/10 Magari i personaggi sarebbero anche interessanti, come lo è lo spostarsi cronologicamente fino a risalire alla storia dei nonni: poi a metà arriva la storia più lineare dell'infanzia della protagonista,  ragazzina un po' intellettuale in una famiglia sfigata, ed ecco qua che si... Continue Reading →

Il caso Malaussène, di Daniel Pennac

Cult confermato. Voto 10/10 Dopo 30 anni, Pennac e la famiglia Malaussène continuano a essere una garanzia: questa volta i personaggi sono cresciuti o invecchiati bene, mantenendo la qualità dei primi romanzi. Come i precedenti: un noir leggibilissimo, divertente, avvincente, ironico. In periodo revival anni '90, tra Twin Peaks, X-Files e gruppi grunge, ci rientra in pieno... Continue Reading →

Appunti di meccanica celeste, di Domenico Dara

Scritto in italiano sarebbe stato un gioiellino. Voto 8/10 Le sfaccettate storie degli abitanti di un paesino calabrese e l'arrivo del circo: le coincidenze umane rapportate al disegno perfetto degli astri. La resa di alcuni personaggi è originale e interessante, di altri più stereotipata, ma nell'insieme la trama funziona bene. Peccato sia scritto mezzo in dialetto calabrese: dopo un... Continue Reading →

L’intuizionista, di Colson Whitehead 

Ascensori, noir e razzismo. Voto 7/10 In una location non ben specificata (indubbiamente New York, epoca indefinibile ma vagamente in stile anni '30) un'ispettrice degli ascensori rimane coinvolta in una losca faccenda di corruzione e spionaggio. Indubbiamente scritto bene, non essendo facile superare le 300 pagine raccontando di ascensori: tuttavia, per quanto sia molto più interessante di quanto ci... Continue Reading →

Storie della buonanotte per bambine ribelli, di Elena Favilli e Francesca Cavallo

Necessario e fighissimo. Voto 10/10 Il titolo è fuorviante: ma chiamarlo Storie vere per ragazzini sia maschi che femmine nonché per gli adulti sarebbe stato controproducente per il marketing, probabilmente. Eppure racconta di 100 donne in gamba che sarebbero d'esempio davvero per tutti: per le bambine saranno un punto di riferimento, ma anche ai bambini e... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: