Difficoltà per le ragazze, di Rossana Campo

Racconti femminili e femministi. Voto 9/10 Dalla bambina che va in spiaggia con la madre figa alla ragazza che incontra suo padre per la prima volta, 14 racconti brevi sulle svariate difficoltà dell'essere donna: differenti come stile, contesto e personalità delle protagoniste, ma tutti piuttosto spumeggianti. La nostra amata scrittora al suo meglio: è un... Continue Reading →

La vita bugiarda degli adulti, di Elena Ferrante

Le contraddizioni e le difficoltà del diventare grandi. Voto 7,5/10 Una ragazzina di buona famiglia incontra la zia rinnegata e sguaiata e inizia un'adolescenza difficile scoprendo che, come da titolo, gli adulti mentono spesso. Intrighi vari e intrecci anche un po' forzati, parecchi personaggi che sembrano presi pari pari da L'amica geniale, ma rimane scorrevole... Continue Reading →

Il sole in testa, di Geovani Martins

Vita da favela. Voto 7,5/10 Tredici racconti di ragazzini cresciuti nella povertà tra droga, mala e santeria: anche abbastanza variati come stile e trama nonostante la stessa ambientazione. Paragonato a Pasolini e Tarantino, ricorda parecchio Irvine Welsh e Jorge Amado. Oltretutto è pure un'opera prima di un ragazzo giovane (classe 1991) cresciuto in una baraccopoli:... Continue Reading →

La linea madre, di Daniel Saldaña París

Mamma, Messico e Marcos. Voto 9/10 Un bambino appassionato di origami e avventure indaga sulla fuga della madre, scappata in Chiapas per unirsi alla rivoluzione zapatista. Tenero e divertente, un po' nostalgico ma anche ironico, è un romanzo di formazione messicano nel 1994: storia, politica, vita da ragazzi e un tocco di mistero con un... Continue Reading →

I ragazzi della Nickel, di Colson Whitehead

Chi controlla i controllori? Voto 8,5/10 Allegro quanto può esserlo un romanzo sui riformatori minorili, racconta di un ragazzino da giovane promessa intellettuale a recluso vittima di vessazioni: negli anni '60 e nella sezione per ragazzi afroamericani, oltretutto. Ispirato ad un vero caso di cronaca, un po' Sleepers e un po' I miserabili, è una... Continue Reading →

Il signor diavolo, di Pupi Avati

Paludoso. Voto 7,5/10 Nel dopoguerra un ispettore ministeriale della Democrazia Cristiana viene mandato a indagare sull'omicidio di un ragazzo scambiato per il diavolo, al fine di gettare discredito sul giudice comunista anticlericale che addosserebbe le responsabilità ad ecclesiastici che hanno suggestionato il giovanissimo omicida. Quella del disabile posseduto dal maligno potrebbe sembrare una trama già... Continue Reading →

Il fenomenale P.T. Heliodore, di Guido Sgardoli

Fenomeni circensi e avventure nella palude. Voto 7/10 Un ragazzino fantasioso e parecchio cazzaro ne inventa varie per mantenere la sua sfigata famiglia nell'America rurale degli anni '30. Vagamente ispirato alla biografia di Barnum, è un libro per ragazzi scritto più che decentemente e senza moralismo, con un finale abbastanza inaspettato. Le gagliarde illustrazioni dei... Continue Reading →

Fuoco al cielo, di Viola Di Grado

Atmosfera malsana. Voto 8,5/10 Un'ambientazione diversa dal solito, ovvero una delle quasi sconosciute città chiuse sovietiche contaminate dalle radiazioni, per una storia cupa e pesante come il contesto in cui si svolge. Riferimenti storici e dramma di coppia tra paranoia e tristezza, nel finale la trama accelera tendendo al grottesco: peccato che i (pochi) dialoghi... Continue Reading →

Vinpeel degli orizzonti, di Peppe Millanta

Incantevole e surreale eppure brillante. Voto 9/10 Vagamente poetico senza essere noioso, suggestivo pur rimanendo scorrevole: non è facile mantenere una trama fluida con un tono così trasognato e senza diventare stucchevole, eppure ci riesce egregiamente. Sulla trama non sveliamo nulla, ma se vi piace l'atmosfera alla Train de vie ve ne innamorerete sicuramente. Sito... Continue Reading →

Il signore di buona famiglia, di Giuseppe Novello

Ancora attualissimo a quasi un secolo di distanza. Voto 10/10 Raffinata presa in giro della buona società, è una raccolta di vignette che, con umorismo sempre garbato ma feroce, ironizzano sugli usi e costumi della borghesia italiana dei primi del Novecento. Pubblicato nel 1934 e in seguito ristampato in varie edizioni, Il signore di buona... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: