Appunti di meccanica celeste, di Domenico Dara

Scritto in italiano sarebbe stato un gioiellino. Voto 8/10

Le sfaccettate storie degli abitanti di un paesino calabrese e l’arrivo del circo: le coincidenze umane rapportate al disegno perfetto degli astri.

La resa di alcuni personaggi è originale e interessante, di altri più stereotipata, ma nell’insieme la trama funziona bene. Peccato sia scritto mezzo in dialetto calabrese: dopo un po’ ci si fa l’abitudine e diventa più scorrevole, ma l’uso del vernacolo che può essere innovativo in Gadda, di denuncia sociale in Pasolini, magari anche culturalmente spiritoso in Camilleri, dopo 70 anni e passando al calabrese diventa pure un po’ pesante.

Sarebbe potuto essere assai gagliardo: che palle però con ‘sto dialetto nei romanzi che superano le 100 pagine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: